And sometimes, she loved me too

Info

Karan Talwar

inglese – sott. italiano
15’, col., file digitale, India, 2017

sceneggiatura/screenplay
Karan Talwar

fotografia/photography
Akshay Singh

montaggio/editing
Karan Talwar

musica/music
Kaizad Gherda

interpreti/cast
Neil Bhoopalam, Yuki Ellias

And sometimes, she loved me too esplora la malinconia degli oggetti abbandonati dagli amanti dopo la fine di una relazione. Un paesaggio sonoro di ricordi infonde vita a questi oggetti, offrendoci uno scorcio delle esperienze dolce-amare che hanno condiviso tra loro. Avendo abitato lo stesso spazio della coppia, ci accorgiamo come la macro-esplorazione di questi oggetti comuni ci aiuti a ricostruire il lento deterioramento della loro convivenza.

Karan Talwar è un regista, co-fondatore e curatore presso Harkat Studios, uno studio multidisciplinare di arti con sede a Mumbai. Ha trascorso la maggior parte della carriera come direttore associato nel cinema commerciali hindi. And sometimes, she loved me too è il suo primo lavoro come regista.

A secret heart

Info

Cary Sawhney

english – sott. italiano
16’, col., file digitale, UK, 2016

sceneggiatura /screenplay
Cary Sawhney

fotografia/photography
Adrian Peckitt, Oliver Ford

montaggio/editing
Daniel Davies

musica/music
Siddharth Dubey

interpreti/cast
Kingsley Amadi , Feryna Wazheir

Ade è un londinese di 23 anni che dopo essersi lasciato con la sua ragazza, incontra per caso una bellissima giovane donna e ne rimane subito affascinato. Questa ragazza è probabilmente un’infermiera dell’ospizio, ma quando i due si rincontrano Ade scopre che non tutto è come sembra.

Cary Sawhney ha studiato fotografia, film e televisione all’Università di Westminster a Londra e riesce a concludere anche un corso part-time di regia alla Metropolitan Film School. A Secret Heart è il terzo cortometraggio scritto e diretto da Sawhney. I suoi cortometraggi precedenti, Looking For You e Khaana, sono stati proiettati in festival internazionali.

Shvaasa

Info

Vishnu Thilak

senza dialoghi
11’, col., file digitale, India, 2017

sceneggiatura/screenplay
Vishnu Thilak

fotografia/photography
Uma Kumarapuram

montaggio/editing
Praveen Oups

musica/music
Vishnu Thilak

interpreti/cast
Irine Mariya, Ahana Mekhal, Swanam P Nair

I cambiamenti inevitabili nella vita di una coppia, dai ricordi alle speranze, alla morte improvvisa della loro unica figlia, Asha.

Vishnu Thilak è un regista indiano, fotografo e supervisore del suono. Dopo aver abbandonato l’università, frequenta una scuola di cinema e si diploma in regia. In seguito, la morte di tre persone molto importanti nella sua vita ha ispirato il suo cortometraggio Shvaasa.