sideevents
sabato 5 dicembre
20.30

Apertura Festival

a seguire, il film d’apertura

Dum Laga Ke Haisha, Sharat Katariya

v.o. sott. italiano e inglese, 111’, India, 2015

Commedia brillante, racconta la storia del matrimonio combinato tra Sandhya e Prem, in cui la sposa è leggermente sovrappeso. Il carattere frizzante di Sandhya si scontrerà con la vita monotona di Prem, ma i due troveranno un modo per andare finalmente d’accordo.
Sarà presente il regista Sharat Katariya e il compositore delle musiche Andrea Guerra.

domenica 6 dicembre
conversazione1
11.30

Conversazione – ingresso libero

Matrimonio combinato o d’amore..?
Intervengono:

Sabrina Ciolfi, Dottore di ricerca in Indologia e Docente di Cultura e
Cinema indiano presso l’Università degli Studi di Milano

Sharat Katariya, regista di Dum Laka Ke Haisha

corto1
14.30

Short Films 1, 52’

Tehzeeb: Myriam Raja
v.o. sott. italiano e inglese, 16’, UK, 2015 – Scheda Film

Teaspoon: Aban Deohans
v.o. sott. italiano e inglese, 20’, India, 2014 – Scheda Film

Two Dosas: Sarmad Masud
v.o. sott. italiano e inglese, 16’, UK, 2014 – Scheda Film

Storie di coppie e di relazioni.
Saranno presenti i registi Myriam Raja  e l’attore Javed Khan.

16.00

Video arte indiana, 65’

Nove video di artisti indiani a cura della Kochi Biennale Foundation.

17.30

Zubaan, Mozez Singh

v.o. sott. italiano e inglese, 109’, India, 2015

Quando il padre di Dilsher muore improvvisamente, il ragazzo perde ogni riferimento e la sua passione per la musica. Dilsher cresce e si trasferisce a Delhi, dove lavora per il magnate immobiliare Gurcharan Sikand, che gli aprirà le porte del suo mondo…
Film d’apertura dell’ultima edizione del prestigioso festival di Busan in Corea.
Sarà presente il regista Mozez Singh.

20.30

Beeba Boys, Deepa Mehta

v.o. sott. italiano e inglese, 103’, Canada-India, 2015

Ultimo film della regista di fama internazionale Deepa Mehta, racconta lo scontro di culture tra bande indo-canadesi.
I Beeba Boys (i bravi ragazzi), tra cui il divo Randeep Hooda, fanno di tutto per essere notati e temuti in un mondo di bianchi. Cuori infranti e legami familiari spezzati, tra ritmi bhangra, abiti di sartoria, cocaina e tradimenti: una guerra carica di adrenalina.
Sarà presente la regista Deepa Mehta.

lunedì 7 dicembre
17.00

Wallas on velos, Alton Valadares

v.o. sott. italiano e inglese, 23’, Belgio-India, 2014

Quattro uomini le cui esistenze sono legate tra di loro da un elemento comune: tutti passano la loro vita in bicicletta. Il film segue Sabir che affila coltelli, Abdul il lattaio, il fattorino porta pranzo Namdeo e Imran che vende bevande fredde.

17.30

Meghe Dhaka Tara, Ritwik Ghatak

v.o. sott. italiano e inglese, 126’, India, 1960

Capolavoro in bianco e nero del maestro bengalese Ritwick Ghatak, restaurato dalla Cineteca di Bologna, racconta la tragica storia di Neeta, figlia di una famiglia di rifugiati provenienti dal Pakistan orientale, che vive nella periferia di Calcutta. Il regista presenta un racconto visivamente sublime, provocatorio e profondamente personale della povertà, della disillusione e dell’esilio.

20.30

Umrika, Prashant Nair

v.o. sott. italiano e inglese, 100’, India, 2015

Proiettato all’ultimo Sundance e reduce da numerosi successi nel circuito dei festival internazionali, è interpretato dal protagonista di Vita di Pi. A metà degli anni ’80, un piccolo villaggio indiano viene coinvolto nella partenza di uno dei suoi abitanti più giovani verso l’Umrika (America), con la promessa di scrivere lettere e dare sue notizie. Le parole che il ragazzo spedisce a casa danno speranza a tutta la comunità, ma un giorno le lettere smetteranno di arrivare…
Sarà presente l’attrice Smita Tambe.

martedì 8 dicembre
11.00

Appunti per un film sull’India, Pier Paolo Pasolini

italiano, 34’, Italia, 1967-1968

Nel 1961 il viaggio in India con Elsa Morante e Alberto Moravia aveva ispirato a Pasolini il libro L’odore dell’India. Pasolini effettuò le riprese per gli Appunti per le strade, principalmente nella città di Bombay e nelle sue estreme poverissime periferie, con la cinepresa in spalla, riprendendo gente comune e dialogando con alcuni intellettuali indiani.

conversazione2
a seguire

Conversazione – ingresso libero

Viaggi e racconti intorno al pianeta India.
Intervengono:

Giuseppe Cederna, attore e scrittore

Folco Terzani, scrittore e documentarista

14.30

Water, Deepa Mehta

italiano, 114’, Canada-India, 2005

Candidato all’Oscar nel 2007 e parte della trilogia di Deepa Mehta, il film è ambientato nel 1938, quando l’India era ancora una colonia e il Mahatma Gandhi stava iniziando la sua ascesa. La piccola Chuyia di otto anni rimane vedova e viene mandata a vivere in una casa che ospita le vedove Indù costrette a vivere in eterna penitenza.

17.00

Liquid Borders, Barnali Ray Shukla

v.o. sott. italiano e inglese, 38’, India, 2015

Il documentario esplora i confini geografici e politici che delimitano l’India e li contrappone ai ponti umani, emotivi e spirituali che coesistono con essi. Tutti i confini dell’India sono composti da acqua e ciò li rende fluidi e accessibili.
Sarà presente la regista Barnali Ray Shukla.

18.00

Kadambari, Suman Ghosh

v.o. sott. italiano e inglese, 90’, India, 2015

Raffinato ritratto del rapporto unico e speciale tra il premio Nobel per la letterattura Rabindranath Tagore e la sua cognata Kadambari Devi. Un volta che Tagore prenderà moglie, per Kadambari Devi sarà una vera tragedia.
Sarà presente il regista Suman Ghosh.

20.30

Main Aur Charles, Prawaal Raman

v.o. sott. italiano e inglese, 125’, India, 2015

Appena uscito in India e interpretato dal divo Randeep Hooda, è ispirato alla figura del serial killer francese di origine indo-vietnamite Charles Sobhraj. Ambientato negli anni Settanta, racconta l’enigmatica vita di quest’uomo affascinante e dalla personalità inevitabilmente misteriosa.
Sarà presente il regista Prawaal Raman.

mercoledì 9 dicembre
18.00

Letters to the city yet to come, Gorav e Rohan Kalyan

v.o. sott. italiano e inglese, 12’, USA-India, 2015

Girato nelle settimane successive al mortale stupro di una donna, avvenuto il 16 dicembre 2012, questo documentario riflette sul passato, il presente e il futuro di Nuova Delhi. Tre lettere scritte in hindi, urdu e inglese da un artista, un accademico ed un attivista. Ogni lettera è intimamente indirizzata, nel futuro, ad una persona cara, e vi è descritta la città come è nel presente e come potrebbe diventare un giorno.

18.30

Short Films 2, 23’

Iftar: Giri Mohan Coneti
v.o. sott. italiano e inglese, 9’, USA, 2015 – Scheda Film

Plan 9: Ritvick Sharad
v.o. sott. italiano e inglese, 8’, India, 2014 – Scheda Film

What have I become: Arshad Khan
v.o. sott. italiano e inglese, 6’,Canada, 2015 – Scheda Film

Un percorso che va dalla tradizione indiana a come potrà essere il nostro futuro.
Sarà presente il regista Ritvick Sharad.

19.00

The hope doctors, Diya Banerjee

v.o. sott. italiano e inglese, 53’, India, 2014

L’esperienza artistica e personale della clown terapy,in cui i clown sono etichettati come anticonformisti ma sono comunque capaci di arrivare a chi si trova in difficili situazioni mediche. Il loro approccio non convenzionale riuscirà a convincere la comunità scientifica?

20.30

Bhopal: a prayer for rain, Ravi Kumar

v.o. sott. italiano e inglese, 95’, India-UK, 2014

Nella notte del 3 dicembre 1984, una fuga di gas letale della fabbrica di pesticidi della Union Carbide di Bhopal in India causa la morte di migliaia di persone, provocando un disastro ambientale di dimensioni enormi, di cui ancora persistono gravi conseguenze. Interpretato da un cast d’eccezione tra cui Misha Barton, Martin Sheen e Kal Penn, questo film è supportato dal Bhopal Medical Appeal che aiuta le vittime di quella tragedia avvenuta 31 anni fa.
Saranno presenti il regista Ravi Kumar e Colin Toogood, rappresentante del Bhopal Medical Appeal.

giovedì 10 dicembre
corto3
17.00

Proiezione dei tre cortometraggi vincitori del concorso Advantage India.

Bhopal Diaries 2012: Archana Borhade
v. o. hindi – sott. italiano e inglese, 12′, India, 2015 – Scheda Film

Hawa Ke Pankh: Mithun R Shaw
v. o. hindi – sott. italiano e inglese, 15′, India, 2015Scheda Film

Joycee: Xavier Joseph
v. o. hindi – sott. italiano e inglese, 14′, India, 2015 – Scheda Film

17.30

Midnight’s Children, Deepa Mehta

italiano, 148’, Canada, 2012

Film epico, tratto dal romanzo di Salman Rushdie e vincitore del Booker Prize. Allo scoccare della mezzanotte del 15 agosto del 1947, mentre l’India dichiara l’indipendenza
dalla Gran Bretagna, due neonati vengono sostituiti da un’infermiera in una clinica di Bombay. Le vite dei due ragazzi si intrecceranno misteriosamente e saranno legate in maniera inestricabile al turbolento cammino di trionfi e di tragedie dell’India.

IMG_RANDOM
20.30

Annuncio vincitori River to River Audience Award

a seguire, il film di chiusura

Dil Dhadakne Do, Zoya Akhtar

v.o. sott. italiano e inglese, 162’

Per festeggiare i loro trent’anni di matrimonio, i coniugi Mehra invitano parenti e amici per una crociera nel Mediterraneo. Una volta a bordo, le vite dei passeggeri si intrecciano tra vecchi e nuovi amori, gelosie e antichi dissapori, cambiando per sempre gli equilibri di tutti.