Info
Onir

hindi – sott. italiano e inglese
108’, col., dcp, India, 2017

sceneggiatura/screenplay
Merle Krӧger, Onir

fotografia/photography
Sachin K.Krishn

montaggio/editing
Irene Dhar Matik, Onir

musica/music
Mithoon

interpreti/cast
Ashish Bisht, Arpita Chatterjee, Simoné Frenay, Areesz Ganddi, Raveena Tandon

Ambientato nella megalopoli di Nuova Delhi, i personaggi di Shab hanno alle spalle storie di vita diverse: chi in cerca dell’amore e chi con la speranza di realizzare i propri sogni. Il destino e la città influenzano le loro vite e il passato non può essere cancellato poiché è l’unica cosa reale che possiedono. Alcuni imparano dal passato e hanno il coraggio di cambiare il corso del proprio futuro e altri, invece, ne cadono vittime rimandone prigionieri.

Dopo il diploma di montaggio alla SFB TTC di Berlino, Onir ha diretto e prodotto il suo primo documentario sul pittore Bijon Chaudhury, Fallen Hero, nel 1992. Nel 2004 ha prodotto il suo primo film My brother…Nikhil che è divenuto il primo film mainstream sul tema dei diritti umani riguardanti l’omosessualità e le discussioni sull’hiv. Dopo Bas EK PAL e Sorry Bhai! nel 2009 è alla regia di I am, già proiettato a River to River nel 2010 e vincitore del premio come miglior lungometraggio in hindi e come Best Lyrics al 59th National Award del 2012. Di recente ha concluso il suo documentario indo-australiano Raising The Bar vincendo il Hollywood International Independent Documentary Award e l’Indian Film Festival di Melbourne.